Gentil mio Sir, lo parlar amoroso

Gentil mio sir, lo parlare amoroso        10
Di voi sì in allegranza mi mantene,
Che dirvel nol porìa: ben lo sacciate.
Perché del mio amor sete gioioso,
Di ciò grand’allegria e gio’ mi vene;
E altro mai non aggio in volontate,        15
For che ’l vostro piacere
Tutt’ora fare e la vostra voglienza.
Aggiate providenza
Voi di celar la nostra disïanza.

Noto come "madrigale di Selvaggia", il testo appare

© 2019 THECLA Academic Press Ltd, Design by www.comunicati.ch